×

Sordità Civile

COS'È

La sordità civile spetta alle persone affette da sordità congenita o acquisita in età evolutiva che abbia impedito l’apprendimento del linguaggio  parlato, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio. A seguito del riconoscimento della sordità civile si ha diritto ad una delle pensioni descritte nel box successivo e ad un beneficio pensionistico. Quest’ultimo:

  • è pari a 2 mesi per ogni anno di lavoro fino ad un massimo di 5 anni. Per periodi inferiori all’anno, la maggiorazione viene determinata proporzionalmente
  • viene riconosciuto anche per i periodi prestati prima del 2002
  • decorre dal giorno di presentazione della domanda di visita alla commissione medica competente
  • deve essere riconosciuta dall’inizio dell’attività lavorativa dal momento che la minorazione sensoriale è congenita o contratta durante l’età evolutiva
  • viene riconosciuto anche sui periodi di iscrizione ad altre casse che abbiano costituito oggetto di ricongiunzione
  • viene valutato solo per i periodi di servizio effettivamente prestati, escludendo, quindi, quelli coperti da contribuzione volontaria, figurativa o derivante da riscatto non correlato ad attività lavorativa. Viene, invece, valutato, per i periodi di malattia o di astensione obbligatoria e facoltativa per maternità
  • viene riconosciuto, a domanda, al momento del pensionamento. L’eventuale miglioramento delle condizioni di salute del lavoratore che lo escluderebbero dal diritto alla maggiorazione non incidono sui periodi pregressi
  • ha effetto solo sulla quota di pensione determinata con il sistema retributivo
  • non è riconoscibile ai fini del raggiungimento dei requisiti contributivi per fini diversi dalla pensione. Ad esempio, non è utile ai fini del diritto alla prosecuzione volontaria

0

SCADENZA

90 giorni dall'invio del certificato medico

CHI NE HA DIRITTO

A seconda dell’età e del grado di sordità possono essere riconosciute le seguenti prestazioni:

  • Pensione non reversibile
  • Indennità di comunicazione


Pensione non reversibile

I requisiti per la pensione non reversibile sono:

  • riconoscimento di ipoacusia pari o superiore a 75 decibel che abbia reso difficoltoso il normale apprendimento. Se i livelli di perdita uditiva sono inferiori o non sia possibile dimostrare l’epoca in cui è sorta l’ipoacusia, la domanda viene valutata con i criteri dell’invalidità civile e quindi l’invalido non ha diritto alle prestazioni quale sordo
  • età compresa tra i 18 anni e quella prevista per il diritto all’assegno sociale (per l’anno 2017: 65 anni e 7 mesi)
  • residenza sul territorio nazionale
  • cittadinanza italiana oppure cittadinanza in uno dei paesi comunitari con regolare iscrizione all’anagrafe del Comune di residenza italiano
  • soggiorno legale in Italia e titolarità di permesso di soggiorno di durata almeno annuale
  • possesso di redditi propri, assoggettati ad IRPEF, inferiori ai limiti stabiliti dalla legge e rivalutati annualmente (per il 2017 il limite è pari a €16.532,10)
  • Non rilevano i redditi degli altri componenti il nucleo familiare.

    Dal 1° gennaio 2017 la misura è pari a € 279,47.

    Viene erogata per 13 mensilità, non è soggetta a trattenute IRPEF e non è reversibile.


    Indennità di comunicazione

    I requisiti per l’indennità di comunicazione sono:

    • riconoscimento di ipoacusia pari o superiore a 75 decibel che abbia reso difficoltoso il normale apprendimento. Se i livelli di perdita uditiva sono inferiori o non sia possibile dimostrare l’epoca in cui è sorta l’ipoacusia, la domanda viene valutata con i criteri dell’invalidità civile e quindi l’invalido non ha diritto alle prestazioni quale sordo. Se il richiedente ha un’età inferiore ai 12 anni l’ipoacusia deve essere pari o superiore a 60 decibel
    • concessa a titolo della minorazione indipendentemente dall’età, dal reddito o dall’eventuale ricovero
    • residenza sul territorio nazionale
    • cittadinanza italiana o cittadinanza in uno dei paesi comunitari con regolare iscrizione all’anagrafe del Comune di residenza italiano
    • soggiorno legale in Italia e titolarità di permesso di soggiorno di durata almeno annuale 

      Dal 1° gennaio 2017 l’indennità è pari a € 254,39.

      E’ erogata per 12 mensilità, non è soggetta a trattenute IRPEF e non è reversibile.

      Da sottolineare che per i minori è incompatibile con l’indennità di frequenza. E’ ammessa la possibilità di opzione per il trattamento più favorevole.

    Documenti necessari per avviare la pratica

    • Carta d'identità e codice fiscale del richiedente

    • Certificato medico per invalidità civile

    • Verbale precedente (se esistente)

    Pacchetto Consulenza L.104

    Prevede una consulenza completa riguardo ai permessi mensili, ai congedi straordinari, alla malattia, alle agevolazioni fiscali, all'invio telematico delle richieste di autorizzazione ai permessi e a tutto ciò che può aiutare il lavoratore e i suoi familiari a vivere più sereni e a conciliare la vita lavorativa con quella privata.

    68

    Costo per i non iscritti CGIL

    0

    Costo per gli iscritti CGIL

    Consulenza specialistica Appuntamento Invio pratiche

    Consulenza Previdenziale Semplice

    Rivolgiti a noi per il rilascio e il controllo dell'estratto contributivo, per l'autorizzazione ai versamenti volontari, per la rettifica della tua posizione assicurativa, per l'accredito dei contributi figurativi, per le maggiorazioni contributive e per l'ECOCERT. Un operatore esperto ti aiuterà a prendere la decisione migliore.

    24

    Costo per i non iscritti CGIL

    0

    Costo per gli iscritti CGIL

    Per le tue esigenze

    Appuntamento

    Invio pratiche

    Consulenza prestazioni reddituali

    Prevede una consulenza ampia e qualificata in merito alla richiesta di ricostituzioni della pensione per motivi reddituali come la richiesta di assegni famigliari, di maggiorazioni sociali, della quattordicesima, di incumulabilità con redditi e di integrazione al minimo. Prevede inoltre la verifica di eventuali indebiti comunicati dagli istituti e l'assistenza per annullarli o per sanarli.

    15

    Costo per i non iscritti CGIL

    0

    Costo per gli iscritti CGIL

    Per le tue esigenze

    Appuntamento

    Invio pratiche