×

COS'È

Il godimento di alcune prestazioni previdenziali (come per esempio l’assegno di invalidità e la pensione ai superstiti) e tutti i trattamenti di tipo assistenziale (come per esempio l’integrazione al trattamento minimo o l’assegno sociale) è subordinato alla condizione economica del titolare della prestazione, del coniuge e, in alcuni casi, dell’intero nucleo familiare. Per acquisire il diritto a queste tipologie di prestazioni è quindi necessario comunicare all’INPS la propria situazione reddituale tramite la presentazione del modello RED.

La comunicazione deve essere fatta ogni anno, anche nel caso in cui l’Istituto non invii al pensionato apposita richiesta.

Nel caso di mancata presentazione del RED o della dichiarazione dei redditi la prestazione può essere sospesa e potrebbero crearsi indebiti consistenti, è importante pertanto ricordarsi di effettuare la comunicazione tutti gli anni.

20

Il servizio è gratuito per gli iscritti CGIL

SCADENZA

15 settembre di ogni anno

CHI NE HA DIRITTO

Sono tenute a presentare la dichiarazione Red le persone che percepiscono le prestazioni previdenziali e assistenziali sopra indicate. Nella dichiarazione saranno indicati redditi percepiti in Italia e esteri di qualsiasi tipo (pensioni, reddito da lavoro, affitti etc), redditi da lavoro autonomo e redditi agrari.

La comunicazione dei dati reddituali attraverso il modello RED deve essere effettuata anche da coloro che, pur essendo esonerati dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, possiedono redditi ulteriori a quelli da pensione, che abbiano rilevanza fiscale, come, per esempio, redditi da pensione e da abitazione principale. Tali soggetti sono tenuti a dichiarare all’Istituto il reddito della casa di abitazione, se rilevante sulla prestazione di cui sono titolari, qualora non abbiano presentato la dichiarazione dei redditi in quanto esonerati dall’obbligo ai fini fiscali.

Documenti necessari per avviare la pratica

  • Carta d'identità e codice fiscale del richiedente

  • Carta d'identità e codice fiscale del coniuge (se coniugato)

  • Ultima dichiarazione dei redditi

Verifica calcolo pensione

Valorizzare tutti i contributi versati è importante ma spesso il lavoratore non si preoccupa di verificare l'importo della sua pensione. A questo proposito offriamo all'interno di uno speciale pacchetto di consulenza il controllo pensione, la consulenza sul supplemento o sulla pensione supplementare e sulla ricostituzione contributiva.

50

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Appuntamento Valore alla tua pensione Invio pratiche

 

Consulenza prestazioni reddituali

Prevede una consulenza ampia e qualificata in merito alla richiesta di ricostituzioni della pensione per motivi reddituali come la richiesta di assegni famigliari, di maggiorazioni sociali, della quattordicesima, di incumulabilità con redditi e di integrazione al minimo. Prevede inoltre la verifica di eventuali indebiti comunicati dagli istituti e l'assistenza per annullarli o per sanarli.

15

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Per le tue esigenze

Appuntamento

Invio pratiche