×

Indennità di disoccupazione Dis-Coll

COS'È

La dis-Coll è l’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi e per quelli a progetto.

L’indennità è pari al 75% del reddito medio mensile che è calcolato rapportando il reddito imponibile ai fini previdenziali derivante da rapporti di collaborazione dell’anno in cui si è verificata la cessazione dell’attività lavorativa e dell’anno solare precedente, diviso per il numero di mesi di contribuzione o frazioni di essi presenti.

Per l’anno 2017 il 75% è garantito fino ad un reddito medio pari o inferiore a € 1.195, annualmente rivalutato in base alla variazione dell’indice ISTAT dell’anno precedente. Se il reddito medio è superiore, il 75% è corrisposto fino a € 1.195 ed è incrementato di un’ulteriore somma pari al 25% della differenza del reddito medio e l’importo di € 1.195, comunque per un importo massimo di prestazione pari a € 1.300 per l’anno 2017.

Da tenere presente che dal primo giorno del quarto mese di percezione la prestazione è ridotta progressivamente del 3% al mese.

La domanda deve essere presentata in via telematica entro 68 giorni dalla cessazione dell’attività lavorativa, pena la decadenza.

0

SCADENZA

68 giorni dal licenziamento

CHI NE HA DIRITTO

Ne hanno diritto i collaboratori in possesso, congiuntamente, dei seguenti requisiti:

  • iscrizione in via esclusiva alla Gestione Separata. Eventuali periodi di iscrizione contemporanea ad altre gestioni non potranno essere presi in considerazione nella ricerca del diritto e della durata.
  • non titolarità di pensione.
  • non titolarità di partita IVA al momento della presentazione della domanda. Il lavoratore, titolare di partita Iva c.d. silente (cioè non produttrice di reddito), dovrà pertanto provvedere alla chiusura.
  • perdita involontaria della propria occupazione.
  • stato di disoccupazione al momento della presentazione della domanda.
  • almeno tre mesi di contribuzione nel periodo intercorrente tra il 1° gennaio dell’anno solare precedente la cessazione dell’attività lavorativa e la cessazione dell’attività stessa. Ricordiamo che i contributi figurativi per i periodi di maternità essendo equiparati alla contribuzione effettiva da lavoro, sono considerati utili ai fini del raggiungimento del requisito contributivo.
  • almeno un mese di contribuzione nell’anno solare in cui si verifica la cessazione, oppure un rapporto di collaborazione di durata pari ad almeno un mese che abbia dato luogo ad un reddito almeno pari alla metà dell’importo che da diritto all’accredito di un mese di contribuzione (tale requisito non è richiesto per gli eventi di disoccupazione verificatisi dall’1/1/2016).

L’indennità a partire dal 1°luglio 2017 è stata estesa agli assegnisti di ricerca, i dottorandi e i titolari di borsa di studio.

Restano esclusi da questo tipo di tutela gli amministratori ed i sindaci o revisori di società, associazioni e altri enti con o senza respnsabilità giuridica mentre sono inclusi i collaboratori delle Pubbliche Amministrazioni.

Se il lavoratore si rioccupa con contratto di lavoro subordinato di durata pari o inferiore a cinque giorni, la prestazione è sospesa.

Documenti necessari per avviare la pratica

  • Carta d'identità e codice fiscale

  • Contratto d'assunzione

  • Codice Iban

  • Ultima Busta Paga

Consulenza Previdenziale Semplice

Rivolgiti a noi per il rilascio e il controllo dell'estratto contributivo, per l'autorizzazione ai versamenti volontari, per la rettifica della tua posizione assicurativa, per l'accredito dei contributi figurativi, per le maggiorazioni contributive e per l'ECOCERT. Un operatore esperto ti aiuterà a prendere la decisione migliore.

24

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Per le tue esigenze

Appuntamento

Invio pratiche

Consulenza Previdenziale Complessa

Rivolgiti a noi per la domanda di riscatto, ricongiunzione, per la valorizzazione dei contributi da lavoro estero, per le dimissioni volontarie. Spesso le carriere lavorative prevedono il versamento dei contributi in due o più casse diverse e prendere la decisione migliore spesso significa un calcolo di pensione più vantaggioso.

75

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Appuntamento Invio pratiche Per ogni esigenza