×

Beneficio lavori usuranti

COS'È

Il riconoscimento del beneficio lavori usuranti cioè lo svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti si ottiene a domanda.

L’accesso avviene con il sistema delle quote, con requisito anagrafico adeguato all’incremento della speranza di vita e permette, in alcuni casi di anticipare la decorrenza della propria pensione di anzianità/vecchiaia.

La domanda deve essere presentata:

  • entro il 1º marzo 2017 qualora i requisiti agevolati siano maturati nel corso del 2017;
  • entro il 1º maggio dell’anno precedente a quello di maturazione dei requisiti agevolati qualora tali requisiti siano maturati a decorrere dal 1º gennaio 2018

 

 

0

Il servizio è gratuito per gli iscritti CGIL

SCADENZA

1°maggio di ogni anno

CHI NE HA DIRITTO

Sono considerate mansioni particolarmente usuranti le seguenti attività:

Lavoratori impegnati in attività faticose e pesanti

  • Lavoratori addetti alla “linea catena”
  • Conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo
  • lavori in galleria, cava o miniera: mansioni svolte in sotterraneo con carattere di prevalenza e continuità
  • lavori nelle cave mansioni svolte dagli addetti alle cave di materiale di pietra e ornamentale
  • lavori nelle gallerie: mansioni svolte dagli addetti al fronte di avanzamento con carattere di prevalenza e continuità
  • lavori in cassoni ad aria compressa
  • lavori svolti dai palombari
  • lavori ad alte temperature: mansioni che espongono ad alte temperature, quando non sia possibile adottare misure di prevenzione, quali, a titolo esemplificativo, quelle degli addetti alle fonderie di 2 fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti ad operazioni di colata manuale
  • lavorazione del vetro cavo: mansioni dei soffiatori nell’industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio;
  • lavori espletati in spazi ristretti con carattere di prevalenza e continuità ed in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte continuativamente all’interno di spazi ristretti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture
  • lavori di asportazione dell’amianto” mansioni svolte con carattere di prevalenza e continuità

 

I lavoratori appartenenti a queste categorie, che maturano i requisiti nel 2016, possono conseguire il trattamento pensionistico se possono far valere congiuntamente i seguenti requisiti:

  • anzianità contributiva di almeno 35 anni
  • età minima di 61 anni e 7 mesi e il raggiungimento di quota 97,6 se lavoratori dipendenti
  • età minima di 62 anni e 7 mesi e il raggiungimento di quota 98,6 se lavoratori autonomi

 

Lavoratori notturni a turni

Occupati per giorni lavorativi pari o superiori a 78 all’anno

Per questa categoria di lavoratori sono richiesti i requisiti generali previsti per i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente faticose e pesanti come sopra descritti.

Occupati per giorni lavorativi da 72 a 77 all’anno

I lavoratori appartenenti a questa categoria, che maturano i requisiti nel 2016, possono conseguire il trattamento pensionistico se possono far valere congiuntamente i seguenti requisiti:

  • anzianità contributiva di almeno 35 anni
  • età minima di 62 anni e 7 mesi e il raggiungimento di quota 98,6 se lavoratori dipendenti
  • età minima di 63 anni e 7 mesi e il raggiungimento di quota 99,6 se lavoratori autonomi

Occupati per giorni lavorativi da 64 a 71 all’anno

I lavoratori appartenenti a questa categoria, che maturano i requisiti nel 2016, possono conseguire il trattamento pensionistico se possono far valere congiuntamente i seguenti requisiti:

  • anzianità contributiva di almeno 35 anni
  • età minima di 63 anni e 7 mesi e il raggiungimento di quota 99,6 se lavoratori dipendenti
  • età minima di 64 anni e 7 mesi e il raggiungimento di quota 100,6 se lavoratori autonomi

Lavoratori notturni per periodi di durata pari all’intero anno lavorativo

Per tale tipologia di lavoratori sono richiesti i requisiti generali previsti per i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente faticose e pesanti come sopra descritti.

Documenti necessari per avviare la pratica

  • Carta d'identità e codice fiscale del richiedente

  • Dichiarazione azienda attestante la qualifica di usurato

  • Ultima busta paga

Consulenza Previdenziale Semplice

Rivolgiti a noi per il rilascio e il controllo dell'estratto contributivo, per l'autorizzazione ai versamenti volontari, per la rettifica della tua posizione assicurativa, per l'accredito dei contributi figurativi, per le maggiorazioni contributive e per l'ECOCERT. Un operatore esperto ti aiuterà a prendere la decisione migliore.

24

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Per le tue esigenze

Appuntamento

Invio pratiche

Consulenza prestazioni reddituali

Prevede una consulenza ampia e qualificata in merito alla richiesta di ricostituzioni della pensione per motivi reddituali come la richiesta di assegni famigliari, di maggiorazioni sociali, della quattordicesima, di incumulabilità con redditi e di integrazione al minimo. Prevede inoltre la verifica di eventuali indebiti comunicati dagli istituti e l'assistenza per annullarli o per sanarli.

15

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Per le tue esigenze

Appuntamento

Invio pratiche