×

Ape Volontaria

COS'È

L’anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE Volontaria) è un prestito, corrisposto in 12 mensilità l’anno, di una durata minima di 6 mesi. La restituzione del prestito avviene in 20 anni, con rate mensili sulla pensione di vecchiaia. Il prestito è coperto da una polizza assicurativa obbligatoria per il rischio di premorienza per saldare, in caso di decesso, il debito residuo senza intaccare l’eventuale pensione di reversibilità.

L’INPS tratterrà la rata di rimborso del finanziamento a partire dalla prima mensilità di pensione e lo riverserà tempestivamente al finanziatore e comunque non oltre 180 giorni.

Le rate del rimborso del prestito non rileveranno ai fini del riconoscimento di prestazioni assistenziali e previdenziali.

Al momento non è ancora possibile inoltrare questo tipo di richiesta. Siamo in attesa delle indicazioni necessarie.

0

CHI NE HA DIRITTO

L’APE volontaria può essere chiesta dai lavoratori iscritti all’assicurazione generale obbligatoria, alle forme sostitutive ed esclusive e alla gestione separata, che soddisfano le seguenti condizioni al momento della richiesta:

  • almeno 63 anni di età
  • maturazione del diritto a pensione di vecchiaia entro 3 anni e 7 mesi
  • possesso di almeno 20 anni di contribuzione
  • importo della pensione maturata, al netto della rata da restituire per l’APE richiesta, di almeno 1,4 volte il trattamento minimo (circa € 703 mensili)
  • non titolarità di trattamento pensionistico diretto


Iter

Il richiedente presenta all’INPS la domanda di certificazione del diritto all’APE. L’Istituto previdenziale, verificato il possesso dei requisiti, certifica il diritto e comunica all’interessato l’importo minimo e massimo dell’APE ottenibile.

Ottenuta la certificazione si presenta richiesta di APE e di domanda di pensione di vecchiaia. Il trattamento pensionistico sarà liquidato al raggiungimento dei requisiti. Nella domanda, il richiedente indica il finanziatore del prestito e l’impresa assicurativa per la copertura del rischio premorienza.

L’istituto finanziatore trasmette all’INPS e al richiedente il contratto di prestito, oppure l’eventuale reiezione dello stesso. L’identificazione del richiedente per il perfezionamento del contratto di finanziamento e della polizza assicurativa del rischio premorienza è effettuata dall’INPS con il sistema SPID. L’erogazione del prestito ha inizio entro 30 giorni lavorativi dalla data del perfezionamento del contratto.

La domanda di APE e di pensione di vecchiaia non sono revocabili, salvo in caso di esercizio del diritto di recesso secondo le leggi in materia bancaria e creditizia, nonché del codice del consumo ma entro il termine di 14 giorni dalla data del perfezionamento del prestito.

In caso di reiezione della richiesta di APE o di recesso da parte del richiedente, la domanda di pensione è priva di effetti.

Documenti necessari per avviare la pratica

Consulenza Previdenziale Semplice

Rivolgiti a noi per il rilascio e il controllo dell'estratto contributivo, per l'autorizzazione ai versamenti volontari, per la rettifica della tua posizione assicurativa, per l'accredito dei contributi figurativi, per le maggiorazioni contributive e per l'ECOCERT. Un operatore esperto ti aiuterà a prendere la decisione migliore.

24

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Per le tue esigenze

Appuntamento

Invio pratiche

Consulenza Previdenziale Complessa

Rivolgiti a noi per la domanda di riscatto, ricongiunzione, per la valorizzazione dei contributi da lavoro estero, per le dimissioni volontarie. Spesso le carriere lavorative prevedono il versamento dei contributi in due o più casse diverse e prendere la decisione migliore spesso significa un calcolo di pensione più vantaggioso.

75

Costo per i non iscritti CGIL

0

Costo per gli iscritti CGIL

Appuntamento Invio pratiche Per ogni esigenza